adidas nmd runner pk adidas is dropping two nmd runner pk releases this weekend adidas nmd runner european release dates adidas originals nmd august 18th releases adidas nmd runner triple white adidas nmd runners releasing at pac sun nice kicks adidas nmd die tye adidas nmd runner suede adidas nmd pk runner in yellow releasing in february adidas nmd runner pk yellow camo release date packer shoes adidas nmd adidas nmd runner primeknit red camo adidas nmd runner adidas nmd runner pk adidas nmd runner white adidas nmd white red blue release date adidas nmd white red blue another look adidas nmd white more imagery adidas nmd r2 white mountaineering preview adidas nmd runner pk yellow camo

Tag: Alexandra Daisy Ginsberg

The Synthetic Kingdom

The Synthetic Kingdom – A Natural History of The Synthetic Future è il titolo di un’incredibile opera d’arte. L’autrice, Alexandra Daisy Ginsberg, è al tempo stesso una designer, una scrittrice, una visual artist e una ricercatrice. La Ginsberg collabora da anni – insieme a biotecnologi, artisti e sociologi – a Synthetic Aestethics, progetto dell’Università di Stanford e dell’Università di Edimburgo dedicato allo studio delle problematiche concettuali ed estetiche che pone l’evoluzione della biologia sintetica. L’interesse principale della Ginsberg riguarda il punto di intersezione tra biologia e arte. “Se davvero la biologia può essere costruita”, si chiede la Ginsberg, “è lecito domandarsi che forma darle, quale design usare o non usare?”.

ADGinsberg_web

The Synthetic Kingdom è un’opera composita, realizzata mettendo insieme stampe, oggetti e video animati in cui la Ginsberg immagina ipotetiche strutture biosintetiche realizzate dall’uomo per gli scopi più disparati. L’idea di fondo è quella che presto l’evoluzione delle biotecnologie ci porterà ad aggiungere un altro ramo all’albero dell’evoluzione: quello della vita sintetica.

SyntheticKingdom_TreeofLIfe

synthetickingdom_LinneanSystem

 

 TRE ESEMPI DI STRUTTURE SINTETICHE

Nel momento in cui diviene possibile costruire da zero, come si può distinguere ciò che è naturale da ciò che non lo è? […] Prendete una caratteristica di un organismo vivente, individuatela nel suo DNA e inserite l’informazione estratta in uno chassis biologico. […] La vita sintetica elaborerà informazioni, produrrà energia, eliminerà l’inquinamento, produrrà parti che si autoriparano, ucciderà gli agenti patogeni e farà anche i lavori di casa.

synthetickingdom_sponge

OpticalFibre_diagram

Fibre ottiche per le telecomunicazioni
I batteri con l’enzima SILICATEIN sono in grado di trasformare il mare in una fabbrica di prodotti utilizzabili dall’uomo. L’acido acetilsalicilico è polimerizzato dall’acqua marina per realizzare elementi di silicato usate nelle fibre ottiche. [DNA d’origine: Euplectella aspergillum (spugna marina)]

 

SyntheticKingdom_lunchtimer

Lunchtimer_diagram

Timer bioelettronico per il pranzo 
Attraverso l’utilizzo di un oscillatore sintetico chiamato REPRESILLATOR, questi timer viventi sono programmati per esprimere la proteina rosa DsRed2 all’ora di pranzo. [DNA d’origine: Escherichia coli]

 

synthetickingdom_luminaire

Luminaire

Energia illimitata: LUMINAIRE
L’enzima LUCIFERASE offre un’alternativa al mercurio tossico utilizzato per realizzare le lampade a basso consumo. [DNA d’origine: Lampyris noctiluca (coleottero)]

 

TRE ESEMPI DI PATOLOGIE SINTETICHE

Può succedere che batteri e strutture biosintetiche escano dai laboratori e colonizzino parti del nostro corpo. Cosa accade quando sfuggono al nostro controllo? Semplice: fanno quello per cui sono stati progettati. E prosperano.

synthetickingdom_lung

crystallung_diagram

Tumore al polmone rilevatore di inquinamento
Donna di 64 anni, fumatrice, malata terminale. Le analisi hanno identificato una nuova specie di produttore di silicio contenente DNA proveniente  da rilevatori giapponesi di monossido di carbonio (il marchio del produttore è rimasto intatto). Una doppia malattia: nei suoi polmoni si sono sviluppati cristalli rilevatori di monossido di carbonio in risposta alla presenza di inquinanti.

synthetickingdom_colonicalchemy

Alchimia colonica
Forse la patologia suprema: i prodotti di scarto del paziente si trasformano in oro. Si è sempre ritenuto che l’oro fosse impossibile da sintetizzare. Test genetici non sono riusciti a rivelare le origini di questi pregiati batteri alchemici. Il colon, sinora sottovalutato, adesso può essere definito il nostro organo più prezioso. Letteralmente.

SyntheticKingdom_stomach

keratinstomach_diagram

 

Batteri-timer rosa che occludono lo stomaco
Rimossi chirurgicamente da un uomo di 52 anni, questi batteri sintetici si sono evoluti all’interno dello stomaco del paziente. La luce emessa all’ora di pranzo ha innescato un accumulo costante di cheratina da parte dei batteri. La causa è stata identificata in un trasferimento casuale di DN A tra i batteri fuoriusciti dalla fabbrica di cheratina e un Timer bioelettronico per il pranzo smaltito per errore in una discarica locale.

Alexandra Ginsberg è stata definita da Maria Popova (quel giorno sotto l’effetto di sostanze psicotrope), forse con un eccesso di entusiasmo, un Michelangelo postmoderno. Se accettiamo questa definizione, The Synthetic Kingdom non può che essere la sua Cappella Sistina (potrei essere sarcastico, chissà), l’opera in cui è riuscita a raggiungere il vertice della sua capacità visionaria.

I Malkut

  • We are all puppets, Laurie. I’m just the puppet who can see the strings. Jon Osterman

Twitter

Archivi

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: